200€

L’arte visiva e la narrazione sono due ambiti in continua e vitale relazione. L’arte si nutre di narrazione e alimenta una narrazione, questo da sempre, fin dalle origini. L’uomo che rappresentava scene di caccia sulle pareti delle caverne raccontava una storia. I marmi del Partenone raccontavano una storia. I cicli pittorici di Giotto, raccontavano una storia. E ancora la raccontano, a noi.
Anche quando la creazione artistica è diventata una manifestazione più legata a un individuo che non assumeva l’incarico di “narratore per immagini” da un committente, da una comunità religiosa o laica, l’artista non ha smesso di narrare.
Molti artisti hanno anche un rapporto con la parola in varie forme: il diario, la poesia, il saggio, gli appunti. E molti scrittori hanno una relazione con l’arte, alcuni talvolta l’hanno scelta come tema della narrazione, altri raccontano vicende della storia dell’arte da particolari punti di vista, basti pensare alla ragazza con l’orecchino di perla di Tracy Chevalier.
Alcuni scrittori inseriscono un artista o un linguaggio artistico o particolari opere dentro le loro storie, uno di questi è Don De Lillo che ha una predilezione per l’arte della performance.
Le immagini ci sollecitano domande, in particolare se riconosciamo spazi, persone oggetti, ci chiediamo quale storia e quale momento di una storia l’artista abbia fermato, se quella storia fosse nella sua immaginazione o nella realtà.
L’arte contemporanea, a differenza dell’arte del passato, ci lascia molto più liberi di trovare le risposte e di lavorare di immaginazione. Bill Viola non fornisce molte spiegazioni, mette in scena sentimenti che riconosciamo, si serve di elementi primari la cui forza simbolica ci parla direttamente, ma lascia a noi il compito di raccontare storie.
Ecco cosa faremo insieme: costruiremo storie partendo dalle immagini, ponendoci domande e cercando le nostre risposte.
Utilizzeremo l’arte come un materiale disponibile per nuove narrazioni e ciascuno potrà scegliere di lavorare sul proprio artista preferito o sull’opera d’arte più amata.

Il Laboratorio è strutturato così:

Il laboratorio si svolge dal 2 febbraio al 9 marzo , il venerdì dalle 18:00 alle 20:00.



ISCRIVITI AL WORKSHOP

Questo Laboratorio è affidato a:

Date, orari e giorni

  • Venerdì 2 febbraio, dalle 18:00 alle 20:00;
  • Venerdì 9 febbraio, dalle 18:00 alle 20:00;
  • Venerdì 16 febbraio, dalle 18:00 alle 20:00;
  • Venerdì 23 febbraio, dalle 18:00 alle 20:00;
  • Venerdì 2 marzo, dalle 18:00 alle 20:00;
  • Venerdì 9 marzo, dalle 18:00 alle 20:00.

Costi, sconti e convenzioni

Costo del laboratorio: 200€.
Per soci di Officina Letteraria con tessera in corso di validità e possessori Green Card: 180€.
Costo per chi frequenta uno tra i laboratori “La grammatica delle storie”, “I ferri del mestiere”, “Una stanza tutta per sé” o “Leggere e scrivere”: 160€.

Tariffa promozionale natalizia!

Se ti iscrivi o regali il laboratorio entro il 25 dicembre 2017, il laboratorio "Le storie dentro le immagini" costa solo 150€!


Il pagamento dell'intera quota è da versarsi tramite bonifico.